Come aprire un ristorante eco-sostenibile

senza-titolo-1Dare una mano al pianeta e al tempo stesso, creare un business che sia proficuo e soddisfacente? Di certo non una chimera, se sceglierete di aprire un bar o un ristorante eco-sostenibile. Parliamo di un’attività commerciale che ha gli italiani dalla sua: a noi, infatti, piace mangiare fuori casa. Lo dice la FIPE, secondo la quale almeno 5 milioni di italiani al giorno si recano a fare colazione fuori casa, e circa 12 milioni premiano a pranzo i ristoranti vicini all’ufficio. Infine, sono 3 milioni gli italiani che si concedono ogni sera una cena fuori. Da ciò si deduce che il mercato è davvero ricco di opportunità: aggiungendo anche la mole di persone sempre più attente alla sostenibilità ambientale, si ha una potenzialità di business davvero interessante. Vediamo come aprire un ristorante eco-sostenibile.
Scegliere con cura i fornitori
Trattandosi di un ristorante eco-sostenibile, la scelta accurata dei fornitori rappresenta il primo step indispensabile per il successo della vostra attività commerciale: questa è infatti una regola che vale per qualsiasi attività legata alla ristorazione, ma che assume un’importanza molto più elevata agli occhi dei clienti che vi sceglieranno per via della vostra green mission. In altre parole, rivolgervi ad un fornitore che vi possa recapitare solo prodotti genuini, a chilometro zero e ottenuti senza inquinare l’ambiente, significherà poter dimostrare a chi verrà a mangiare da voi che siete autenticamente eco-sostenibili. Attenti a non barare, perché i clienti non sono stupidi e le opinioni negative si diffondono velocemente attraverso il web.
Realizzare un business plan
Nessuna attività commerciale può ottenere finanziamenti senza un accurato piano d’impresa: un momento fondamentale, perché vi permetterà di fissare gli obiettivi del vostro business, i costi da affrontare, i ricavi previsti e ovviamente le strategie per portare al successo il vostro ristorante eco-sostenibile. Anche se non avete conoscenze di marketing specifiche fortunatamente oggi sul web sono presenti tantissime informazioni che possono guidarvi passo passo. Per fare un esempio, l’articolo di Mestiere Impresa su come realizzare un business plan, spiega che cos’è questo documento e presenta le dieci mosse necessarie per creare un piano strategico per la propria attività. Inoltre, è importante sottolineare che il business plan sarà fondamentale per convincere eventuali sponsor o finanziatori.
Attenzione alle stoviglie
Sia che abbiate in mente di avviare un ristorante eco-sostenibile, sia che vogliate optare per una soluzione più smart come un bar, la plastica non dovrà mai entrare (né uscire) dal vostro esercizio commerciale. Questo significa che proporre stoviglie in plastica ai vostri clienti rappresenterà il modo migliore per rovinare il vostro brand green e lo stesso dicasi per le vostre cucine: la regola, quindi, è utilizzare sempre e comunque stoviglie realizzate con materiali eco-sostenibili, dunque rispettosi della natura e smaltibili con facilità e senza causare danni all’ambiente.
Utilizzare fonti di energia rinnovabile
Infine, come pensate di illuminare il vostro ristorante eco-sostenibile? Posto che le luci a LED sono un consiglio caldissimo, per via del basso consumo energetico, dovrete anche preoccuparvi della fonte dalla quale reperire l’energia elettrica. Un vero esercizio commerciale green, infatti, sfrutta sistemi di fornitura energetica a impatto zero, come ad esempio i pannelli fotovoltaici e gli impianti geotermici.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.