Home Senza categoria Imola: Comunicato stampa AUSL del 1 aprile

Imola: Comunicato stampa AUSL del 1 aprile

by admin

Comunicato stampa del 1 aprile ore 17,53
Undici nuovi casi positivi al Covid-19. Il totale sale a 271.
Purtroppo nella giornata odierna si registra un decesso.
Imola – Sono 11 più di ieri le persone risultate positive al Coronavirus: 6 residenti a Imola, 3 a Castel San Pietro, 1 a Castel Guelfo, 1 residente fuori dal circondario.
Purtroppo anche oggi siamo costretti a portare il nostro cordoglio ad una famiglia di Medicina che ha perso prematuramente un proprio congiunto di 53 anni.
Salgono quindi a 271 i casi positivi refertati nel Circondario Imolese (compresi 6 guariti con doppio tampone negativo, 2 guariti clinicamente e 25 decessi)
Si tratta di 168 uomini e 103 donne; 146 residenti a Medicina, 75 a Imola, 27 a Castel San Pietro Terme, 4 a Dozza, 4 a Castel Guelfo, 3 a Casalfiumanese, 3 a Mordano, 1 a Borgo Tossignano e 8 persone residenti fuori dal Circondario.
Tra i positivi 21 hanno 85 e più anni, 62 tra i 75 e gli 84 anni, 65 tra 65 e i 74 anni, 123 tra i 14 e i 64 anni (e più precisamente, analizzando ulteriormente il dato con le linee che utilizza solitamente il Ministero della Salute: 34 nella classe d’età 14-39 e 89 tra i 40 e i 64).
Dalle 12 di ieri, 31 marzo, alle 12 di oggi sono stati in totale 44 gli accessi in Pronto Soccorso.
Buona la situazione dei ricoveri in Ospedale: sono 6 le persone ricoverate nel nuovo reparto ECU, 11 le persone Covid positive in Terapia Intensiva (con la buona notizia di una dimissione dalla Terapia Intensiva verso il reparto Covid), 45 i ricoverati nel reparto Covid (contro i 51 di ieri) e 12 quelli ricoverati in post acuzie all’Ospedale di Comunità di Castel San Pietro Terme.
Oggi sono state 4 le équipe territoriali sul territorio. Nell’area di Castel San Pietro sono state fatte 29 chiamate di triage che hanno esitato in 8 visite con altrettanti tamponi e terapie farmacologiche attivate. A Medicina sono stati visitati 4 nuovi pazienti a cui è stato eseguito tampone ed avviata la terapia. Ad Imola-Vallata le 16 visite programmate, ancora in corso, hanno già portato all’esecuzione di 5 tamponi e all’attivazione di 5 terapie.
Nella giornata di ieri sono state effettuate ulteriori 5 visite di pazienti che hanno avviato la terapia a domicilio nelle 48 ore precedenti che hanno portato anche oggi ad 1 ricovero precauzionale, mentre 4 persone sono tornate al domicilio per il proseguo della terapia. Ulteriori 7 pazienti sono stati visitati oggi.

Staff Informazione e comunicazione
Azienda USL di Imola
Viale Amendola 2 – 40026 Imola
Tel 0542 604254

Coronavirus. L’aggiornamento: 14.787 i casi positivi in Emilia-Romagna, 713 in più rispetto a ieri. I casi lievi in isolamento a domicilio sono 6.443. Continuano a salire le guarigioni, che arrivano complessivamente a 1.566 (+ 89)
I pazienti in terapia intensiva sono 359, 6 in più di ieri. I decessi arrivano a 1.732: 88 in più. Procede il piano di rafforzamento dei posti letto: sono 5.044 quelli già allestiti in tutta la regione. Per i tamponi “drive through” è operativo da oggi il punto di Ravenna. Da domani, si parte con lo Screening su tutto il personale della sanità pubblica e privata convenzionata e dei servizi socioassistenziali dell’Emilia-Romagna
Bologna – 14.787 casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, 713 in più rispetto a ieri; 58.457 i test effettuati, 3.925 in più. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi, mercoledì 1^ aprile, sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.
Complessivamente, sono 6.443 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (374 in più rispetto a ieri); quelle ricoverate in terapia intensiva sono 359, 6 in più rispetto a ieri. I decessi sono purtroppo passati da 1.644 a 1.732: 88 in più, quindi, di cui 58 uomini e 30 donne.
Continuano, nel frattempo, a salire le guarigioni, che raggiungono quota 1.566 (89 in più rispetto a ieri), 1.150 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 416 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.
Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 25 residenti nella provincia di Piacenza, 24 in quella di Parma, 9 in quella di Reggio Emilia, 10 in quella di Modena, 3 in quella di Bologna (di cui 1 nel territorio imolese), 1 in quella di Ferrara, 4 in quella di Ravenna, 4 nella provincia di Forlì-Cesena, di cui 2 a Forlì e 2 a Cesena, 5 in quella di Rimini.3decessi si riferiscono a residenti fuori regione.
Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 2.716 (81 in più rispetto a ieri), Parma 2.005 (72 in più), Reggio Emilia 2.553 (246 in più, crescita che si deve anche un aumento dell’attività del laboratorio di analisi), Modena 2.297 (75 in più), Bologna 1.813 (133in più), Imola 271 (11 in più), Ferrara 326 (6 in più), Ravenna 605 (25 in più), Forlì-Cesena 756 (di cui 375 a Forlì, 9 in più rispetto a ieri, e 381 a Cesena, 17 in più), Rimini 1.445 (38 in più).

Screening sul personale della sanità pubblica e privata convenzionata e dei servizi socioassistenziali dell’Emilia-Romagna
Da domani, giovedì 2 aprile, in Emilia-Romagna si parte con lo Screening su tutto il personale della sanità pubblica e privata convenzionata e dei servizi socioassistenziali della regione, da Piacenza a Rimini. Si inizierà con una prima batteria di 50mila test sierologici, per poi proseguire con ulteriori 100mila test (già ordinati), con l’obiettivo di arrivare a 200mila complessivi; saranno effettuati attraverso un piano e un calendario programmato dall’assessorato regionale alle Politiche per la salute.

Ti potrebbe interessare