Home Salute BENDAGGIO ELASTICO

BENDAGGIO ELASTICO

Dott.ssa Jessica Sangiorgi

L’utilizzo del bendaggio elastico nasce in Asia circa 40 anni fa, sviluppato poi dal Chiropratico giapponese Kenzo Kase, sotto il nome di kinesio-taping.
Gli scopi principali sono:
-ridurre il dolore,
-drenare il gonfiore,
-migliorare la postura, la funzionalità e le performance.
-facilitare il ritorno all’attività.
In ambito podologico è utilizzato soprattutto in caso di alluce valgo, utile a mantenere in correzione l’articolazione riducendo il grado di valgismo; Fascite Plantare, Metatarsalgia e Neuroma di Morton, poiché grazie alla sua struttura permette di allontanare i nocicettori (organi deputati alla trasmissione della sensazione dolorosa) dalla zona dell’infiammazione. Riduce le tendinopatie, essendo in grado supportare l’azione muscolare aiutando i tessuti a recuperare la loro funzione fisiologica.
Inoltre il Taping può esercitare anche azione linfodrenante, applicato lungo un decorso ben preciso, muscolare, tendineo o cutaneo secondo i fisiologici deflussi linfatici, al fine di “creare spazio” a livello interstiziale, oppure azione di supporto articolare come nel caso di trauma distorsivo di caviglia, in cui è utile per stabilizzare l’articolazione tibio-tarsica e svolgere un effetto drenante ai fini di contrastare l’edema generatosi dal trauma.
Questo particolare nastro non contiene alcuna sostanza e gli effetti sono ottenuti solamente grazie alle sue caratteristiche meccaniche.
Si può bagnare e solitamente ha una durata di diversi giorni.
Podologia Sangiorgi