Home Salute TUTTI I GRASSI FANNO MALE?

TUTTI I GRASSI FANNO MALE?

Troppo spesso ci fissiamo sulle calorie di un alimento e non prestiamo attenzione alla qualità dell’alimento che introduciamo con la nostra dieta.
I macronutrienti interessanti da considerare nella loro qualità sono i grassi.
I grassi sono molecole chimiche composte da acidi grassi e che, semplificando, possiamo dividere in 2 categorie: saturi (si trovano in alimenti di origine animale) e insaturi (si trovano in alimenti di origine sia vegetale che animale).
I grassi insaturi vengono anche definiti grassi buoni, ma è una definizione poco scientifica.
Dobbiamo sempre stare attenti alle etichette e agli ingredienti utilizzati nei prodotti che compriamo: non dare per scontato che un grasso vegetale sia “buono”, dal momento che l’industria alimentare è in grado di utilizzare oli vegetali (quindi insaturi) e renderli saturi tramite un processo di idrogenazione. Leggere attentamente l’etichetta ci aiuta a non comprare alimenti contenenti “oli vegetali idrogenati” che sono dannosi alla stregua dei grassi saturi animali. La scienza dell’alimentazione raccomanda una proporzione equilibrata.
Si raccomanda di moderare l’assunzione di grassi saturi perché contengono colesterolo, non eliminarli perché anche loro sono utili all’equilibrio alimentare, quindi mondare le carni dal grasso visibile. E’, invece, utile per condire e cucinare l’olio extra vergine di oliva.
Teniamo presente che il grasso del pesce è molto utile alla salute perché ricco di omega 3 (fondamentali per la prevenzione delle malattie cardiovascolari) e in generale contiene una irrilevante quantità di grassi saturi.
I grassi si trovano anche nei latticini: anche in questi prodotti ci sono entrambi i tipi di grassi (saturi e insaturi): non dobbiamo eliminarli dalla nostra alimentazione a priori, ma consumarli in maniera ragionevolmente corretta ed equilibrata.
Dott.ssa Emanuela Caminiti