Home Notizie Sanità. In Emilia-Romagna la salute al centro

Sanità. In Emilia-Romagna la salute al centro

Sanità. In Emilia-Romagna la salute al centro: ecco il Piano Regionale della Prevenzione 2021-2025. Affronta temi trasversali, dalla prevenzione delle dipendenze a quella delle malattie professionali, dalla promozione degli stili di vita sani fino alla protezione dei più fragili. L’assessore Donini: “Uno strumento per farci trovare pronti a prevenire e affrontare le nuove sfide sanitarie del futuro, con l’obiettivo di migliorare ulteriormente la qualità di vita dei nostri cittadini”

Sono complessivamente 20 i programmi del nuovo PRP articolati su 4 macroaree: malattie croniche, malattie trasmissibili, ambiente e clima, sicurezza. Messo a punto sulla base delle indicazioni nazionali e dei dati che fotografano la nostra regione: accogliente, colta, attiva, anziana, sedentaria

 Integrazione, rete, equità, Case della salute: su queste parole chiave si snoda il nuovo Piano Regionale della Prevenzione 2021-2025 dell’Emilia-Romagna (PRP), recentemente approvato dalla Giunta.

Si tratta dello strumento di riferimento per eccellenza per tutti gli interventi e i programmi messi in campo dal Servizio sanitario – Regione e Ausl – per tutelare e promuovere la salute della popolazione che vive e lavora in Emilia-Romagna.   Il tutto “in concerto” con tanti altri settori, quali ambiente, scuola, agricoltura, attività produttive, sport – come previsto anche dalla legge regionale 19/2018 sulla prevenzione e la promozione della salute – perché la salute e il benessere della comunità sono determinati da molti fattori.

A partire dagli indirizzi forniti dal Piano Nazionale di Prevenzione 2020-2025 del ministero della Salute, il documento è stato integrato con le azioni necessarie a livello regionale alla luce del quadro epidemiologico e della specificità dei dati locali.